da Fin qui visse un uomo (Interno Poesia 2020)

 

in memoria di Melina, mia nonna

 

Tu verrai e insieme
verseremo in un calice l’oceano
e scolpendo il vento d’aurora
vestiremo nel fuoco i nostri volti.
È in te che ho sepolto l’inganno
dei metri e dei pesi,
rinnegando il concio
al crollo dell’arco.
Tu verrai e insieme
noi sapremo di nascere e morire
e che – senza l’amore –
intanto è il nulla.

 

*

 

Come il viandante per la strada ignota
e nel suo albergo l’ospite di un giorno,
la vita mi assedia – silente –
ma non mi appartiene,

né io le appartengo.

 

*

 

L’incanto del tempo,
quel suo lineare raggiro,
riduce a grandezza – di giorni,
di mesi, di età –
il disordine primo,
traduce in misura l’assenza,
ne cifra il segreto.

L’equivoco impone che al padre
succedano i figli,
che al nuovo precorra il maggiore
e il minore sovrasti
lo sfondo di ciò che è remoto.

Ma chi – come te – si ricorda
di un figlio canuto
che piange il suo padre ventenne,
chi parla alla vedova anziana
di un giovane uomo,
chi – come sai tu – tende al tutto
e declina se stesso,
il suo nulla, nel caso che sfugge
all’inganno, protesta e non tace.
Invecchia chi resta.

Ed ecco che il corpo si assenta,
la sua mente vince
la morsa del tempo,
la polvere infida, il tormento,
si scopre diversa, dissente,
lontana ma immobile ancora
nel vincolo umano, nel niente.

 

Gerardo Masuccio è nato a Battipaglia, in provincia di Salerno, nel 1991. Ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza nella limitrofa Olevano sul Tusciano. Dopo gli studi classici a Eboli, nel 2010 si è trasferito a Milano per frequentare l’Università Bocconi.
Ha conseguito due lauree, in Giurisprudenza e in Economia, con tesi sul diritto d’autore e sull’editoria libraria. Negli anni universitari ha fondato il salotto letterario degli studenti. Dal 2017 lavora per Bompiani e ne cura la collana CapoVersi. È inoltre redattore delle pagine digitali di Atelier. La sua poesia è apparsa in antologie, riviste, siti specializzati e opuscoli non venali.
Fin qui visse un uomo (Interno Poesia 2020) è la sua opera prima.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *