Nella foto Ana Blandiana

Poesiadelnostrotempo ospita la selezione dei poeti stranieri presenti il 21 febbraio prossimo, dalle 9.00 alle 20.00, alla XIV edizione della rassegna poetica internazionale “Ritratti di Poesia”, per la prima volta all’Auditorium Conciliazione (Via della Conciliazione 4, Roma). La grande manifestazione è promossa e organizzata dalla Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, ed è a cura di Vincenzo Mascolo.

JENNY MITCHELL

CANZONE PER UNA EX-SCHIAVA

Ha un abito fatto di musica
modulata lungo l’orlo,
le note alte nelle cuciture.

Un inno esaltante
adorna il corpetto
di puro pizzo.

Il cuore è cucito con amen altisonanti,
il dorso una linea curva
di alleluia.

È fiera a sufficienza per tenere
il proprio applauso
infilato in una piega della vita.

La gonna oscilla libera
quando lei cammina
a mostrare l’assenza di catene.

Ha un abito fatto di musica.

(da Her Lost Language, Indigo Dreams Publishing 2019, traduzione di Giorgia Sensi, inedita in Italia)

*

GERMAIN DROOGENBROODT

VISTA DALLA MIA FINESTRA DI MATTINA

Due mondi, uniti da un’illusione ottica:
la pozzanghera grigia del mare
che sembra impenetrabile
come la cortina di nebbia

che pesa sulla terra,
si estende all’orizzonte,
e impedisce di vedere oltre
rimanendo nell’enigma e nel mistero.

Proprio prima della riva
del bianco e ocra delle casette
si affrettano in entrambe le direzioni

i rumorosi giocattoli degli uomini
lasciandosi dietro solamente
fuoriuscita di gas e desideri inadempiuti.

(da L’Effimero fiore del tempo, Raffaelli Editore 2017, traduzione di Emilio Coco)

*

PHILIP MORRE

STILL LIFE

Due pesche, quattro banane, due pere,
schiaccianoci in allerta, cestino di acciaio
con bordo metallico arrotondato, posato
senza sfoggio su tovaglia verde e blu – olive o
sono prugne? Questo vedo, e mi chiedo
se questo, dovesse fallire la terapia, potrebbe
diventare il mio mondo, la sua pienezza e limite.

Agli ospiti farò fare un giro delle pareti, le foto
dei bambini, il gouache di un amico, magneti
da frigo sullo scaldabagno, pro-memoria
appiccicati alla porta a vetri, l’abitacolo
delle nostre vite, mio regno e gabbia,
questa cucina laboriosa, queste tre sedie,
due pesche, quattro banane e due pere.

(da Istantanea di ippopotamo con banane, Interno Poesia 2019, traduzione di Giorgia Sensi)

*

JOÃO LUÍS BARRETO GUIMARÃES

MELE SELVATICHE

Più del primo verso m’inquieta
quanto segue: il
secondo chi lo dà? Scelgo il
mondo
con le palpebre (chiudo e schiudo gli occhi)
scegliere è escludere
escludere è capire
capire è conservare. Ogni poesia scritta è
un’opportunità
come uno che tocchi e senza
accorgersene dà la scossa
(una spina nella gola)
l’unghia su una
lavagna. Fare poesie è come andare
a rubare
mele selvatiche —
vai alla ricerca di dolcezza ma
ti sorprende l’asprezza. Dentro la poesia:
suoni
(intorno: spazio bianco)
silenzio all’opera.

(da Nomade, Edizioni Kolibris 2019, traduzione di Chiara De Luca)

*

SAMIYA BASHIR

UNA PICCOLA QUESTIONE DI INGEGNERIA

La vecchia torre dell’acqua una volta conteneva
ogni goccia di cui vivevamo. Le pareti
scure contornate in cima da mattoni scuri simili
a collant da supermercato si ergono ancora
ritte a cavalcioni della strada principale
dove la via si separa tra
campi opposti. Da questa parte
tutto sparito da quanto tempo chiunque
riesca a ricordare e l’inverno ancora freddo
come non è mai stato. Dall’altra parte?
Senti. Hai sempre avuto il tratto
di fiume più ampio, amico. Sta di fatto: noi
siamo ancora qui. Qualsiasi altra cosa ti sia rimasta –
beh – lasciaci con una sete folle. Dai, ti sfido:

(inedita in Italia, traduzione di Damiano Abeni con Moira Egan)

*

NICOLE SEALEY

ANAMNESI

Sono stata incinta. Ho fatto sesso con uomini
che avevano fatto sesso con uomini. Non dormo.
Mia madre ha, la madre di mia madre ha avuto,
l’asma. Mio padre ha avuto un ictus. La madre
di mio padre ha la pressione alta.
Entrambi i nonni sono morti di diabete.
Bevo. Non fumo. Xanax quando volo.
Propranololo per l’ansia. Ci vedo male.
Il vento mi spaventa. Mia cugina Lilly è morta
di un aneurisma. Zia Hilda, infarto.
Zio Ken, saggio com’era, è stato messo sotto
da un’auto, come per confutare qualsiasi teoria
verso la quale tendo con lo scrivere. E, lo so,
le stelle in cielo sono già morte.

(inedita in Italia, traduzione di Damiano Abeni con Moira Egan)

*

PHILIP SCHULTZ

NOMADI

Sono venuto a vuotare la stanza di mia madre,
mettere in una borsa tutto quello che aveva.
«Prendono le cose in una stanza e le lasciano
in un’altra», dice Lisa, la capo infermiera,
per spiegare perché l’anello nuziale di mia madre
non si trova. «La demenza le fa andare in giro,
dimenticano qual è la loro stanza». Guardo
una foto accanto al letto di mia madre. «Eri
un bel bambino e Lill è così giovane e graziosa.
La guardava per ore…» Il bambino somiglia
a me quando avevo tre anni ma mia madre
non è mai stata snella come questa donna. Mi chiedo
però se ha mai visto una mia foto nella stanza
di un’altra donna pensando di riconoscermi.
Ero l’unica cosa che le era venuta bene, mi diceva,
eppure non ero parte del passato che ricordava.
«Mancherà a qualcuno?» chiedo, lasciando
cadere la foto nella borsa. «No», Lisa sorride,
«qui non manca mai niente a nessuno».

(da Il dio della solitudine, Donzelli 2018, traduzione di Paola Splendore)

*

ANA BLANDIANA

NON SCEGLIERE

Convocata al supremo giudizio
che termina spedendoci in terra,
io, dichiarata non colpevole,
ho avuto il diritto
di scegliere me stessa.
Ma né uomo, e né donna,
e neppure un animale scelsi di essere,
e neppure un uccello, e neppure una pianta.
Si odono i secondi cadere
dal diritto supremo della scelta.
Li si ode battere sulla pietra:
no, no, no, no.
Invano convocata in giudizio,
invano non colpevole.

(da Un tempo gli alberi avevano occhi, Donzelli 2004, traduzione di Biancamaria Frabotta e Bruno Mazzoni)

*

Programma di Ritratti di Poesia

9:00 – 10:30 Caro poeta
Franco Buffoni, Maria Grazia Calandrone, Terry Olivi, Elio Pecora e Lidia Riviello
incontrano gli studenti dei licei romani Vittoria Colonna,
Convitto Nazionale V. Emanuele II, Cavour, G. De Sanctis, N. Machiavelli

10:30 – 10:40 Ritratti di poesia.280
Giuria: Silvia Bre, Bruno Galluccio, Damiano Sinfonico
Consegna del premio nazionale e del premio europeo

10:40 – 10:50 Ritratti di poesia.storie
Giuria: Andrea Cati, Silvia Salvagnini
Consegna del premio

10:50 – 11:05 La poesia illustrata
Incontro con Julian Peters

11:05 – 11:35 Opera prima
Giovanni Ibello, Francesco Maria Terzago, Giovanna Cristina Vivinetto

11:35 – 11:55 Poesia sconfinata (prima parte)
Jenny Mitchell (GB)
Incontro a cura di Giorgia Sensi

11:55 – 12:25 Di penna in penna (prima parte)
Luca Benassi, Antonio Bux, Chiara De Luca

12.25 – 12:45 Poesia sconfinata (seconda parte)
Germain Droogenbroodt (Belgio)
Incontro a cura di Luca Benassi

12:45 – 13:15 Di penna in penna (seconda parte)
Andrea De Alberti, Damiano Sinfonico, Alberto Pellegatta

13:15 – 13:25 Idee di carta (prima parte)
La collana CapoVersi di Bompiani
Incontro con Gerardo Masuccio e Paolo Maria Bonora

pausa

14:20 – 14:30 Idee di carta (seconda parte)
La rivista NiedernGasse
Incontro con Paola Silvia Dolci

14:30 – 14:50 Di penna in penna (seconda parte)
Marisa Papa Ruggiero, Gianni Zampi

14:50 – 15.00 La materia delle parole
Incontro con Paola Grizi e le sue sculture

15:00 -15:20 Poesia sconfinata (terza parte)
Philip Morre (GB)
Incontro a cura di Giorgia Sensi

15:20 – 15:40 Di penna in penna (terza parte)
Giuseppe Grattacaso, Giusi Quarenghi

15:40 – 16:00 Poesia sconfinata (quarta parte)
João Luís Barreto Guimarães (Portogallo)
Incontro a cura di Chiara De Luca

16:00 – 16:30 Di penna in penna (quarta parte)
Fernando Acitelli, Anna Elisa De Gregorio, Stefano Simoncelli

16:30 – 17:00 Poesia sconfinata (quinta parte)
Samiya Bashir (USA) e Nicole Sealey (USA)
Incontro a cura di Damiano Abeni e Moira Egan

17:00 – 17:20 Cosa resta della notte (Nottetempo)
Ersi Sotiropoulos racconta Costantino Kavafis

17:20 – 17:30 Di penna in penna (quinta parte)
Annelisa Alleva

17:30 – 17:50 Poesia sconfinata (sesta parte)
Eva Ström (Svezia)
Incontro a cura di Maria Cristina Lombardi

17:50 – 18:00 Di penna in penna (sesta parte)
Renato Minore

18:00 – 18:20 Poesia sconfinata (settima parte)
Philip Schultz (USA)
Incontro a cura di Nicola Bultrini

18:20 – 19:00
Premio Fondazione Terzo Pilastro – Ritratti di Poesia
Paolo Valesio

Premio internazionale Fondazione Terzo Pilastro – Ritratti di Poesia
Ana Blandiana

Consegna dei premi da parte del Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele
(Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale)

19:00 – 19:10 Anteprima del concerto “Emozioni”
Incontro con Mogol

pausa tecnica

Alle ore 20:30, su iniziativa della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, si terrà il concerto Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti, con Mogol e Gianmarco Carroccia e un’orchestra dal vivo di 16 elementi.

Il concerto è gratuito. È esclusa la possibilità di prenotazione. L’accesso è libero a partire dalle ore 20:00 e fino a esaurimento dei posti.

(Visited 259 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *