Sezione A raccolta inedita

 

Vincitore: Luciano Pagano

da Soluzioni fisiologiche

 

VIII.

la casa è ripulita il cuore è vuoto
un pipistrello appena nato
fugge ubriaco nel sole di mezzogiorno
il geco di casa la fa sulle scale
una rana scappa – no – sono due rane
nel piatto un pasto di zanzare
nulla è cambiato
il mondo è il cubo nero
lanterna che stringevo col pensiero
fino a fargli occupare
lo spaziotempo di un atomo
e dentro mi addormentavo
occhi chiusi – braccia conserte
morendoli tutti
sperando che finisse questo giorno

 

XXI.

a Ennio Bonea

(felice chi se n’accorse)

la costituzione della lingua da principio
è passata di qui – senza trucchi
di mimesi nel sud
nella terra di nessuno che divampa
bottiglie frantumate
polveri incendiarie – bombole del gas –
tronchi defunti

i nostri versi erano deliziosi
come il veleno –

tu bevevi

*

Menzione speciale della giuria: Lorenzo Somelli

da Le parole di nessuno

[…]
A fumare fumavo ancora tanto
perché mi ricordava il mio passato,
non per altro. E se guardavo in alto
non potevo aggrapparmi a nessun santo.
Anche il cielo stellato dal balcone
era di un’altra sostanza, non ero
un contemplante, ma un punto come loro,
indifferente e soggetto a una legge
così potente che per quanto fosse
disumana, comunque era la mia,
la Sua come la nostra. Ero del tutto.
Lontano come gli astri. Non più io.
[…]

 

*

Secondo classificato: Emanuele Franceschetti

da La misura del canto

V.

OSSARIO

La vita, al netto del suo compimento,
è pace delle ossa che calcificano.
Di fronte a questo cumulo di resti
immagino l’origine, la soglia:
ristabilisco un ordine di silenzio e memoria.
Una vela riposa su quest’acqua
che non trema. La terra rossa, immobile
resiste alla minaccia del diluvio.
Tutto è al suo posto, tutto si contiene.

 

*

 

Terzo classificato: Rino Cavasino

da Darrè l’ìsula / Dietro l’isola

 

Strani

ʼUn vògghiu strani cca. Stu mari
è rrobba mia. Di nicu ogni
còcciu di rrina, scògghiu, stizza
d’acqua funnuta canuscìa.
Soccu tannu lassài
ʼun trovu cchiù. Ma ncasa di stu mari
ʼun vògghiu strani. Stràniu cui
mai ntisi lìngui parla,
cu’ si scurdàu dda lingua
sula di tannu, stràniu cu’ si nn’iu
e ccu’ senza vagnatu, senza
ittatu, ccagghiusu scinnutu,
senza tuccatu dintra,
incutu, svacantatu, cui
varca scurdata, asciutta.

 

Stranieri

Qui non voglio stranieri. Questo mare
è roba mia. Da piccolo ogni
granello di sabbia, scoglio, goccia
d’acqua profonda conoscevo.
Ciò che allora lasciai non trovo
più. Ma in casa di questo mare
non voglio stranieri. Straniero
chi parla mai sentite lingue,
chi scordò quella sola
d’allora, straniero chi se ne andò,
chi non bagnato, non
tuffato, affondato quaggiù,
chi non toccato dentro,
colmato, svuotato, chi
barca scordata, in secco.

*

Finalisti

Francesca Mazzotta
Mariadonata Villa
Stefania Di Lino
Lorenzo Carlucci
Davide Castiglione
Daniele Orso
Joan Barcelò
Pasquale Vitagliano
Simone Biundo

*

 

Sezione B una poesia inedita

 

Vincitrice: Laura Marino

La notte del Pesach

“pedem referens, omnis evaserat casus”
(Virgilio, Bucoliche)

Era la notte del Pesach,
nell’oscura sera segnata già di luce
sedevamo, attenti all’alba di là da venire
e pure quasi venuta tanto
forte, in noi, la sapienza del risorgere,
già rivolgendo indietro il passo
credemmo superato ogni Occaso.

Ma ecco le cime nere dei pini marini
convogliavano insieme in un sol punto
al centro del sentiero,
le dita nere dei neri rami
la polvere rodevano
delle zolle divelte, nel sentiero
così corrotto il cammino diviene
caduta libera
fino al centro della terra.
Io, pupa trasparente,
imitazione della vita che fui
contenitore vano,
scivolai al fondo scuro
delle forme e con me le cose tutte
al fondo del non-senso al tempo eterno
della morte all’atto
del tramontare.
E tu non puoi parlarmi più.

Eppure
il canto meridiano della cicale,
certe memori macchie di luce a lampi
tra i rami scuri, tante albe già
risorte, e noi sapevamo pure il ciclo certo
del sole che fermo sempre sorge e cade e sorge
e il tempo nelle ore correnti che sempre rinnova il giorno;

sedevamo, intenti all’alba di là da venire.

 

*

Seconda classificata: Azzurra D’Agostino

 

Nôtizi

a Pierluigi
Indovv andàran i môrt
quand’ i môrén
i staran tòtti stricà in una
môccia o i avran spazi?
Tê, ti avrà abasta
lûs dal finester
com at piasêva què –
ti avrà abasta zîl
da guardêr, ti avrà
la fôrza ed caminèr?
E nuêter, at manchemm?
Che più fata idea, môrir,
un dé eser qué
ê pô e’ dé dopp…
Ma nuêter sémm fât
in a manêra che avvlimm
tù nôtizi, ‘na parôla
un segn che t’î ancora.
Ma am vên ‘e rider da sola;
am figûr tè sorident c’am dîs:
a’ so qué, t’an vedi mia?, in t ‘e paradîs.

 

Notizie
Dove andranno i morti/ quando muoiono/ staranno tutti stretti in un/ mucchio o avranno spazio?/ Tu, avrai abbastanza/ luce dalle finestre/ come ti piaceva qui – / avrai abbastanza cielo/ da guardare, avrai/ la forza di camminare?/ E noi, ti manchiamo?/ Che idea, morire, / un giorno essere qui/ e poi il giorno dopo… / Ma noi siamo fatti/ in un modo che vogliamo/ tue notizie, una parola/ un segno che ci sei ancora./ Ma mi viene da ridere da sola; / mi figuro te che mi dici con un sorriso:/ sono qui, non vedi?, in paradiso.

 

*

 

Terza classificata: Annalisa Ciampalini

 

SOLSTIZIO

C’è fuori un luogo vasto dove il pensiero cresce
spazi allungati che contengono passaggi
un solstizio d’inverno tra corpi luminosi e alti
che mai arriva fino a qui.
Che scenda, ora, tra le cose basse, che si faccia ombra
nell’acqua tonda raccolta nel secchio,
che mandi luce pallida a precederlo.
Dovremmo imparare a disegnare eclittiche,
a curare la precisione del tratto. Non approssimare.
Saperlo riconoscere e dire “è questo”.
Vederlo per intero, sentirlo
nella sua sacra brevità.

 

*

 

Finalisti
Carlo Tosetti
Stefania Di Lino
Francesca Perlini
Nicola Grato
Valentina Murrocu
Mariadonata Villa
Alessandra Corbetta
Joan Barcelò
Laura Righi
Daniele Poletti
Giacomo Vit

La cerimonia di premiazione si terrà presso la Biblioteca di Piateda (Sondrio) il 30 novembre 2019 alle ore 17.00

*

Se vai lungo la costa dello Jonio
da Reggio a Squillace, osservali
gli scheletri di muri che la ‘ndràngheta
ha disseminato lungo il litorale
e rifletti se questo è il Paese
magnifico che abbiamo ereditato
dagli antichi Greci e dai Normanni.

Considera poi che la bellezza
è soltanto una piccola preda
nel carniere dei loro misfatti:
rifletti sulla tua stessa vita
aggrovigliata nel disordine e nel grigio
dell’incertezza che ti consegna inerme
a giochi segreti e perversi

di massoni deviati;
non crederti indenne perché abiti a Milano
o al Nord o in Inghilterra,
in ogni Paese ormai la guerra
unilaterale è da tempo dichiarata:
la ‘ndràngheta avanza, il mondo
le cade tra le braccia
– illuso di sconfiggerla
con l’efficienza della polizia
o il candore dei fragili versi
d’una poesia –

(Gianmario Lucini)

 

Premio Letterario Nazionale

GIANMARIO LUCINI

I edizione

Nell’ambito della V Edizione del Premio Letterario Internazionale “Franco Fortini” nasce nel 2019 il “Premio Gianmario Lucini”, in ricordo del poeta valtellinese, critico e editore scomparso nel 2014, che per anni ha diffuso i valori della poesia, in particolare quella di impegno civile e di contrasto alle mafie. Il Premio è sostenuto dal Comune di Piateda (Sondrio).

REGOLAMENTO – I edizione del Premio letterario nazionale “Gianmario Lucini” , 2019

Il premio è articolato in due sezioni:

  • sezione A, raccolta inedita;
  • sezione B, poesia inedita (max 300 versi).

SEZIONE A

  1. Si partecipa con una raccolta inedita – minimo venti poesie, massimo quaranta poesie (i testi in lingua diversa dall’italiano, devono affiancare al testo originale la traduzione in lingua italiana).

con posta elettronica a premiolucini@poiein.it entro la data del 30 settembre 2019 in formato doc o pdf, in un unico file allegato, completo di nominativo, indirizzo, recapito telefonico e indirizzo email dell’autore all’indirizzo. Il nominativo, l’indirizzo, il recapito telefonico e l’indirizzo email dell’autore devono risultare nella prima pagina della raccolta, prima del titolo.

I partecipanti devono dichiarare, assumendosi ogni responsabilità, che le opere presentate sono inedite e mai premiate in altri concorsi: tale dichiarazione può essere contenuta anche nel corpo della email. I partecipanti devono allegare anche una copia della distinta di bonifico della quota di partecipazione di € 10,00 (si veda Articolo 3 del Premio).

Ai fini della corretta partecipazione, vale la data di spedizione delle opere. La Segreteria del Premio avrà cura di inviare a ogni partecipante una notifica di avvenuta ricezione della email e della distinta di bonifico. Le opere inviate non verranno restituite.

Tutti i dati raccolti verranno trattati nel rispetto dell’art. 13 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196 e dell’art. 13 del GDPR (Reg. UE 2016/679).

SEZIONE B

  1. Si partecipa alla sezione con la presentazione di poesie inedite per un massimo di 300 versi (i testi in lingua diversa dall’italiano, devono affiancare al testo originale la traduzione in italiano)

con posta elettronica a premiolucini@poiein.it entro il 30 settembre 2019 in formato doc o pdf, in un unico file allegato, completo di nominativo, indirizzo, recapito telefonico e indirizzo email dell’autore all’indirizzo. Il nominativo, l’indirizzo, il recapito telefonico e l’indirizzo email dell’autore devono risultare a pié di pagina dei testi inviati.

I partecipanti devono dichiarare, assumendosi ogni responsabilità, che le opere presentate sono inedite e mai premiate in altri concorsi: tale dichiarazione può essere contenuta anche nel corpo della email. I partecipanti devono allegare anche una copia della distinta di bonifico della quota di partecipazione di € 10,00 (si veda Articolo 3 del Premio).

Ai fini della corretta partecipazione, farà fede la data di spedizione delle opere. La Segreteria del Premio avrà cura di inviare a ogni partecipante una notifica di avvenuta ricezione della email e della distinta di bonifico. Le opere inviate non verranno restituite.

Tutti i dati raccolti verranno trattati nel rispetto dell’art. 13 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196 e dell’art. 13 del GDPR (Reg. UE 2016/679).

  1. Quota di partecipazione

Per il Premio Lucini – Sezione A è richiesto, a titolo di contributo, un importo di € 10,00.

Per il Premio Lucini – Sezione B è richiesto, a titolo di contributo, un importo di € 10,00.

I versamenti dovranno essere effettuati sul conto corrente bancario IT 27P0569611000000035650x51, intestato ad Associazione Culturale POIEIN – Via Amonini, 9 – 23020 PIATEDA (SO), Banca Popolare di Sondrio, entro e non oltre la data del 30 settembre 2019. Dovrà essere riportata come causale: il nome e il cognome del partecipante, e la dizione “Contributo

Premio Lucini Sezione” indicando la Sezione A oppure la Sezione B.

  1. Giuria

I libri verranno selezionati e premiati a insindacabile giudizio dal Comitato composto da:

Presidente: Marina MARCHIORI; Giuria: Cristina BABINO, Luca BENASSI, Anna Maria CURCI, Nino DE VITA, Donato DI POCE, Alessandra GIAPPI, Giovanna IORIO, Francesca MARICA, Simone MOLINAROLI, Christian SINICCO, Ottavio ROSSANI e Francesco TERZAGO.

  1. Premi*

Sezione A

La Giuria selezionerà tre finalisti, dandone comunicazione ufficiale e pubblica. Sarà premiato il primo classificato. Il vincitore riceverà un premio in denaro di euro 200,00 e la pubblicazione del volume nell’anno successivo a quello della premiazione (2020) con la casa editrice Vydia.

Sezione B

La Giuria selezionerà tre finalisti, dandone comunicazione ufficiale e pubblica. Sarà premiato il primo classificato. Il vincitore riceverà un premio in denaro di euro 300,00.

*L’Associazione POIEIN si riserva la possibilità di aumentare l’ammontare dei premi, dandone ampia e preventiva comunicazione, nonché istituire eventuali premi aggiuntivi anche per gli altri classificati. La Giuria si riserva altresì di segnalare le opere in concorso, la rosa di segnalati e finalisti, sui siti e le pagine del premio, nonché in quelle dei media partner.

  1. Premiazione

La premiazione si terrà sabato 30 novembre 2019 a Piateda (Sondrio).

Si avvisano i concorrenti che i premi in denaro dovranno essere ritirati personalmente durante la cerimonia di premiazione a Sondrio, pena la decadenza da ogni diritto inerente alla riscossione. I premiati e i finalisti verranno tempestivamente informati di persona dal Comitato organizzatore e saranno tenuti a confermare o meno la loro presenza alla cerimonia.

Tutti i partecipanti sono comunque invitati, fin d’ora, a intervenire alla premiazione.

Ulteriori informazioni sul Premio sono disponibili sul sito poiein.it e sui siti dei mediapartner.

  1. La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutte le norme previste dal bando.

Segreteria del Premio e Comitato organizzatore

Associazione POIEIN

Via Bonfadini 38 – 23100 Sondrio

Presidente dell’associazione

Marina MARCHIORI

Componenti del Comitato

Tommaso DI DIO, Francesca MARICA, Massimo MIRABILE, Simone MOLINAROLI, Giuseppe NIBALI, Michele RANIERI, Christian SINICCO.

Con il contributo di

Fondazione per la critica sociale, Comune di Piateda

Con la collaborazione di

Vydia editore d’arte

Media partner

Midnightmagazine.it, Poesiadelnostrotempo.it, Poetarumsilva.com

Servizio informazioni

info@poiein.it

(Visited 2.099 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *