[Ospitiamo un intervento di Dimitri Ruggeri, che presenta il suo sito dedidato allo spoken word, forma di poesia orale conosciuta in Italia grazie alle gare di poesia ad alta voce chiamate poetry slam.]
Slam[Contem]Poetry è uno spazio nato agli inizi del 2015, che ho ideato e curato, poi sviluppato con Alessandro Scanu. Il sito ospita interviste ad autori che si impegnano nella spoken word poetry o più genericamente nella spoken word e spoken music, conosciute in Italia grazie al fenomeno dei poetry slam, gare di poesia ad alta voce.
Nel tempo si sono aggiunte sezioni tematiche dedicate ad approfondimenti o a progetti come quello sui collettivi poetici, La nuova rete: i collettivi glocal della “poesia comunitaria”, sul fenomeno della poesia vocale.
Le interviste dedicate all’autore, partendo proprio dall’analisi critica del testo, permettono di dimostrare come i performer-poeti possano ben tracciare una nuova mappa della poesia contemporanea con cui la critica deve fare i conti se vuole che la poesia si riappropri di un pubblico che si fa erroneamente coincidere con quello, esiguo, del libro scritto.
Slam[Contem]Poetry è l’unica webzine a occuparsi in modo organico e a tutto tondo della spoken word anche attraverso indagini sociali e culturali. Nella sezione riservata agli approfondimenti tematici hanno collaborato: Marco Borroni, Toi Giordani, Bruno Nasuti, Rosaria Lo Russo, Claudio Pozzani, Dimitri Ruggeri e Julian Zhara.
Il progetto è aperto a partnership con collettivi, associazioni, eventi, riviste e con singoli artisti, come quella assicurata in qualità di Poetry Blog Partner nella finale nazionale U20 organizzata dalla L.I.P.S. e ospitata al Todi Festival 2017.

Dimitri Ruggeri

(Visited 190 times, 1 visits today)